Pesce argentine dalle pinne rosse, Tetra pinne rosse

Aphycharax Anisitsi

You Are Here: Home / Pesci / Characidae / Aphycharax Anisitsi

Aphycharax Anisitsi

Nome Scientifico: Aphycharax Anisitsi

Nome Comune: Pesce Argentino dalle pinne rosse, Tetra Pinne Rosse.

Habitat Aquario: 60*45*45 cm, molto piantumato, sub strato ambrato, temperature 18°- 28°, PH 6-8, buona ossigenazione, filtrazione, aerazione.
(…⇓)

Descrizione: Piccolo pesciolino poco aggressivo, dal colore metallizzato con pinne dalla colorazione Rosso Rubino. Vive in branchi di almeno 8-10 esemplari, le dimensioni arrivano a 5-6 cm massimo, amano nuotare ai livelli medio alti della vasca, se l’habitat è consono vivono 5-8 anni ma se siete fortunati, anche oltre i 10 anni.
(…⇓)

Alimentazione: Onnivoro Carnivoro, si nutre di insetti, vermi, gamberetti e cibo commerciale.
(…⇓)

Riproduzione: Specie ovipara, non si cura delle uova e degli avannotti , ma se ne ciba.
(…⇓)

StumbleUponEmail
COD: IMAPSC-CHAR-4. Categoria: .

L’Aphycharax Anisitsi, comunemente conosciuto con il nome di Pesce argentino dalle pinne rosse o Tetra pinne rosse è un pesce appartenente alla famiglia dei Characidae,
ha l’aspetto tipico di questa grande famiglia, le pinne sono abbastanza ampie e sviluppate, le anali dei maschi posseggono degli uncini molto piccoli, che vengono utilizzati durante la deposizione delle uova, quindi bisogna fare molta attenzione nell’utilizzare le piccole retine per gli spostamenti, mentre le pinne caudali sono biforcute, negli adulti, tutte le pinne hanno un brillante colore rosso rubino, da qui il nome comune utilizzato. Il corpo, più grande nei maschi è lungo, affusolato e compresso sui fianchi, il colore può essere azzurro chiaro, verdino, beige, arancio o argento, la bocca piccola e rivolta verso l’alto.
È un pesce abbastanza pacifico, gregario e vivace ma si consiglia di allevarlo in branco di almeno 8-10 esemplari altrimenti può diventare timido e rimanere nascosto la maggior parte della giornata. Grazie alle sue piccole dimensioni, circa 5 – 6 cm e la sua resistenza è facile allevarlo anche per i meno esperti e quindi trovarlo in molti acquari di comunità.
È un pesce molto longevo vive da 5 anni a 8 anni , ma se siete fortunati e l’habitat in cui si trova è il suo ideale, arriva anche a 10 anni e oltre. Come già detto sono pacifici e comunitari ma fate attenzione a non provocare origini di stress altrimenti diventano irritabili e tendono a mordere le pinne dei compagni di vasca sino a strapparle.
Anche se piccoli sono molto vivaci e hanno bisogno di spazio libero per nuotare e correre avanti e indietro nella vasca.
Le dimensioni minime dell’acquario devono essere almeno 60x45x45, preferibilmente con il coperchio, perché potrebbero saltare fuori se ne hanno la possibilità, abbastanza piantumato con Vallisneria, Saggittaria ecc. sui lati e sul fondo posteriore lasciando libera la parte centrale per il nuoto. Come arredi potete utilizzare un po’ di tutto, dagli arredi commerciali, ai tronchi, radici, vasi rovesciati, gusci di cocco, rocce, tubi in pvc, come compagni ideali potete inserire sia piccoli pesci gatto che consimili, ma diciamo che non disdegnano le altre specie.
Sono pesci inclini ma anche abbastanza resistenti, a infezioni batteriche e parassitarie, per evitare comunque che possa essere un problema si consiglia una buona manutenzione settimanale dell’acquario, ogni cosa che inserite in acquario può essere portatrice di batteri e parassiti, quindi pulire ben e correttamente gli arredi, lavate bene le piante appena comperate, prima di inserirle nella vasca.
Per quanto riguarda l’allestimento dell’acquario più somiglia al loro habitat naturale, meno stress si procura a questo pesce e più sani e felici li renderete. Come detto in precedenza, inserite almeno una decina di esemplari, il substrato di ghiaia o sabbia di fiume di colore scuro fa meglio risaltare le loro colorazioni, la luce deve essere soffusa e al riguardo la ricca di vegetazione galleggiante e soprattutto le appartenenti al genere rosetta, possono essere una buona soluzione, la collocazione laterale e posteriore lascerà al centro una larga zona di nuoto, questo pesce si adatta a quasi tutte le temperature e non hà esigenze per quanto riguarda il tipo di acqua. Se l’acquario è troppo esposto alla luce o la temperatura dell’acqua è troppo fredda, la colorazione tenderà a sbiadire, invece la scarsa illuminazione e l’acqua ambrata, aggiungendo foglie di catappa che dovrete sostituire ogni 2-3 settimane, tenderanno a migliorarla.
L’acqua deve essere sostituita ogni 2 settima con una percentuale del 25-50 % almeno, buona filtrazione, buona ossigenazione e corrente dolcemente lenta.

Habitat

Pesce originario dell’Argentina, nei bacini dei fiumi Paranà, Rio Negro, Rio Colorado e molti piccoli affluenti del Paraguay, Si trovano principalmente in torrenti, fiumi e affluenti, ambienti ricchi di vegetazione, preferendo la parte superiore e centrale dell’acqua.

Illuminazione e Temperature

Illuminazione media e moderata, temperature tra i 18° e i 28°, PH tra 6 e 8, durezza dell’acqua media, poco sensibile ai valori chimici, l’importante è che sia ben areata e ben filtrata con movimento dell’acqua moderato.

Alimentazione

Specie Onnivora, Carnivora, essendo un animale energico e vivace ha bisogno di mangiare molto e spesso. Una buona dieta prevede vermi, piccoli insetti, crostacei, gamberetti, cibo fresco, congelato, surgelato, scaglie, pellet, verdure, secco, liofilizzato e micro granuli. Assicuratevi di alimentarli 3-4 volte al giorno con una quantità di cibo consumabile nell’arco di 3 minuti ad ogni pasto.

Riproduzione

La riproduzione in cattività è difficile in un acquario di comunità, ma in un piccolo acquario da riproduzione è abbastanza facile. Per la preparazione della Nursery (acquario di riproduzione) la vasca 60*45*45 con circa 10 cm di acqua, sul fondo per circa 2/3 depositate delle biglie di vetro che serviranno da protezione per le uova, ( una volta depositate i genitori se ne disinteressano e se le individuano se ne cibano, un filtro di spugna per fornirla di aerazione e il movimento dell’acqua dovrà essere dolce, qualche pianta cespugliosa, di Ceratophyllum Demersus completeranno l’arredo. I valori dovranno essere perfetti, temperature tra i 24° e i 28°, PH tra 7 e 8, livelli di illuminazione bassi, buona ossigenazione. Prima della riproduzione la femmina tenderà ad arrotondarsi per la presenza delle uova, la coppia si formerà solo al momento della riproduzione e non sarà fissa ma cambierà ad ogni covata. L’ideale sarebbe mettere il maschio e la femmina in due piccoli serbatoi frontalmente per dare modo alla coppia di abituarsi alla presenza, aumentare l’alimentazione secca e surgelata ma di alta qualità 3 volte al giorno. Una volta pronti inserire la coppia e aspettare l’accoppiamento, rilasceranno simultaneamente uova e sperma tra la vegetazione, disinteressandosene se non per mangiarle, infatti delle 500 uova depositate non tutte sopravviveranno. Una particolarità curiosa è che la femmina al momento di deporre le uova in natura salta fuori dall’acqua facendo ricadere le uova verso il basso, per il momento non si hanno notizie che lo facciano anche in acquario. La femmina arriva a depositare dalle 300 alle 500 uova tra la vegetazione, quando la femmina tornerà delle suo dimensioni naturali, senza pancia, è il momento di rimuovere i genitori. Dopo circa una settimana le uova si schiuderanno e gli avannotti si nutriranno del sacco vitellino, dopo qualche giorno potete cominciare a nutrirli con infusori per poi passare a Naupli di Artemia Salina e cibo micronizzato. Quando gli avannotti saranno abbastanza grandi e forti potete inserirli nell’acquario di comunità.

Aggressività v/conspecifici

Pacifico

Alimentazione

Carnivoro, Onnivoro

Coppia formata

No

difficoltà allevamento

3, 4

Dimensione

4 – 6 cm

Dimensione min. vasca

60x45x45

dimorfismo sessuale

Si

Durezza dell'acqua

Media

Famiglia

Characidae

Illuminazione

Medio – Bassa

Livello co2 richiesto

Medio alto

Livello di nuoto

Medio-Alto

Numero min. di esemplari

10+, 8

pH

6 – 8

riproduzione

Oviparo

taglia max in acquario

6 cm

Temperamento coinquilini

Poco aggressivo

Temperatura acquario

18° – 28°

Vita media

8 – 10

Ancora non ci sono recensioni.

Be the first to review “Aphycharax Anisitsi”

Contact Us

Contatti

Aiutaci a crescere

Se hai correzioni o conosci dettaglio non riportati inviaceli, provvederemo a migliorare le informazioni del sito.
Lavora con noi: redazione@ilmioacquario.it

Inviaci una mail

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio