Pesce Farfalla

Anomaloschromis Thomasi

You Are Here: Home / Pesci / Ciclidi / Anomaloschromis Thomasi

Anomaloschromis Thomasi

Nome Scientifico: Anomaloschromis Thomasi
Nome Comune: Pesce Farfalla
Habitat Originario: Sierra Leone, Liberia e Nuova Guinea, vive prevalentemente nei fiumi
Habitat acquario: L’acquario dovrà avere dimensioni minime di 120x50x40 per una sola coppia o di 150x50x50 se volete almeno 67 esemplari. Essendo pesci che hanno bisogno di spazio tenete in considerazione la larghezza della vasca come priorità. Le temperature tra i 24°C e i 28°C, il PH tra 6 – 7,5, durezza dell’acqua tra 5 e 8, aspettativa di vita sino a 8 anni.
Descrizione: Il corpo ha una forma ovale tendenzialmente di colore Giallo- Marrone, puntellato da piccolissimi puntini irridescenti di color viola, verdi o blu sui fianchi. Normalmente esemplare tranquillo e socievole, diventa psicopaticamente aggressivo nel periodo della riproduzione.
Alimentazione: Questa specie è Onnivora, Insettivora, Carnivora
Riproduzione: Specie Ovipara con formazione di coppie.

StumbleUponEmail
COD: IMAPSC-CIC-13. Categoria: .

L’Anomaloschromis Thomasi o comunemente chiamato Pesce Farfalla, questo ciclide africano non proviene come la maggior parte dei suoi simili dai laghi della Great Rift Valley ma dai fiumi della Sierra Leone, dalla Liberia e Nuova Guinea cioè dalla parte occidentale del continente africano. Esemplare molto tranquillo e socievole diventa estremamente aggressivo e territoriale nel periodo della riproduzione, per questo si consiglia un Habitat consono a queste esigenze. Il corpo ha una forma ovale tendenzialmente di colore marrone-giallo, piccoli puntini iridescenti di color viola, blu e verde sui fianchi che partono dall’occhio sino alla coda oltre a 3 cerchi neri, uno vicino l’occhio, uno al centro del dorso e uno in prossimità della coda, quando sono stressati questi cerchi scompaiono dando posto a 5 strisce verticali e una striscia obliqua sull’occhio, potrete trovare questo pesce anche con l’iride di colore rosso. La pinna caudale è a forma di ventaglio con una particolarità, infatti troverete 2 righine piccolissime solo sulla punta, una di colore turchese e sopra una di colore rosso, che si ripeteranno invece su tutta la lunghezza della parte superiore della pinna dorsale. La differenza tra maschio e femmina normalmente è impercettibile morfologicamente, l’unico indizio sono le dimensioni, il maschio arriva a misurare circa 10 cm mentre la femmina solo 8 cm, quando sono nel periodo riproduttivo i colori della femmina si scuriscono e le macchie di colore nero si intensificheranno. È un ciclide che preferisce vivere in coppia. L’acquario dovrà avere come dimensioni 120x50x40 cm se desiderate una sola coppia oppure 150x50x50 se volete almeno 6-7 esemplari possibilmente tenete in maggiore considerazione la larghezza che non l’altezza, hanno bisogno di spazio. Le temperature dell’acquario dovranno oscillare tra i 24° e 28° , i valori del pH tra i 6 – 7,5 i valori della durezza dell’acqua tra i 5 – 8. L’acquario dovrà essere arredato con fondo di ghiaia, tronchi di varie dimensioni caverne di pietra e soprattutto pietre piatte vasi rovesciati e foglie larghe dove depositeranno le uova meglio se sistemate all’interno di gusci di noci di cocco tagliate a metà con un’apertura su un lato, questi possono diventare ottime nursery per la riproduzione non essendo scavatori potete piantumare abbondantemente la vasca anche con piante a stelo lungo che procureranno ombra, le piante consigliate sono la Vallisneria, l’ Hygrophila, la Ludwigia ottime per il nuoto non essendo invasive, in angoli dove la luce è più scarsa potete utilizzare le Cryptocoryne e del Microsorum. È consigliato il ricambio dell’acqua, circa il 50% 1 volta la settimana o al massimo ogni 2 settimane. Il livello di nuoto è medio basso e adorano muoversi tra la vegetazione specialmente sotto le foglie ad alto fusto.

Habitat

Proveniente dall’ Africa Occidentale, si trova in piccoli corsi d’acqua come affluenti del Moa River, un fiume che scorre dai monti Loma Sierra Leone, Nuova Guinea sino alla Liberia occidentale.

Alimentazione

La dieta è molto varia , prevalentemente cibo vivo e congelato come Dafnie,Cyclops, larve di zanzara Chironomus, fiocchi a base vegetale, pellet.

Se desiderate una buona riproduzione la regolarità della distribuzione di cibo vi aiuterà molto.

Riproduzione

La riproduzione di questi pesci è molto frequente, possono deporre dalle 200 alle 300 uova circa di un color giallo brillante, ogni 3 settimane in un periodo che varia tra i 2 o 3 mesi circa. Quando il maschio sarà sessualmente maturo sceglierà la sua femmina e rivendicherà il suo territorio all’interno della vasca; se la vasca sarà abbastanza grande non ci saranno problemi , in caso contrario si potrà assistere a veri e propri combattimenti per la rivendicazione degli spazi. Capirete che sono in prossimità della riproduzione quando la femmina comincerà a nutrire particolare attenzione alle pietre piatte passando la maggior parte del suo tempo , insieme al maschio, a ripulire la pietra prescelta ma potrebbe succedere che al posto della pietra scelgano un vaso in terracotta o una fossa scavata sul fondo o ancora su di una grande foglia di Anubias ben ripulita. La femmina mostrerà una pancia molto arrotondata appena prima della deposizione delle uova. La femmina depositerà una linea di uova sulla base prescelta e il maschio le feconderà ripetendo l’operazione sino alla deposizione di circa 200\300 uova. Se la coppia è molto giovane potrebbe accadere che mangino le uova ma non disperate una volta imparato non ripeteranno l’errore e diventeranno favolosi genitori. Mentre la femmina si occuperà della cura delle uova areandole e rimuovendo quelle non fecondate. Il maschio si occuperà della difesa mantenendo lontano i curiosi senza esitazioni affrontando anche pesci più grandi di lui anche se raramente causeranno danni letali. La schiusa si avrà dopo circa 2 giorni e i genitori li sposteranno in buche poco profonde portandoli in bocca per diverse volte nell’arco di 4 – 5 giorni cioè fino a quando non diventeranno autosufficienti. Si è constatato che la temperatura dell’acqua ha un ruolo importante sul sesso dei nascituri, se il PH dell’acqua è inferiore ai valori di 6,2 gli avannotti saranno prevalentemente maschi, se i valori saranno superiore a 7 , gli avannotti saranno prevalentemente femmine quindi se si vuole una distribuzione omogenea i valori dovranno essere compresi tra i 6,3 – 6,6. Se ben nutriti gli avannotti diventeranno adulti nel giro di 6 mesi. Gli avannotti si nutrono di minuscoli microrganismi che trovano tra le foglie delle piante ma dopo un paio di giorni possiamo integrare con piccole porzioni di Naupli e Cyclops sino a che non saranno abbastanza grandi da accettare larve di gamberetti in salamoia.

Aggressività v/conspecifici

Pacifico

Alimentazione

Carnivoro, Insettivoro, Onnivoro

Coppia formata

Si

difficoltà allevamento

1

Dimensione

8 – 10 cm

Dimensione min. vasca

120x45x45

dimorfismo sessuale

No

Durezza dell'acqua

Media

Famiglia

Ciclidi

Livello di nuoto

Medio-Basso

Numero min. di esemplari

2

pH

6-7.5

riproduzione

Oviparo

taglia max in acquario

8 – 10 cm

Temperamento coinquilini

Pacifico

Temperatura acquario

24° – 28°

Vita media

6 – 10 anni