Ciclidi

Amphilophus Amarillo

You Are Here: Home / Pesci / Ciclidi / Amphilophus Amarillo

Amphilophus Amarillo

Nome Scientifico: Amphilophus Amarillo

Nome Comune: Dario Scarlatto

Habitat Originario: Originario del lago Xiloa’, ama le acque calde poco profonde e sabbiose.

Habitat acquario: Per un singolo pesce 100x45x45 per più coppie ameno 400 litri se non oltre, poco piantumato, data la loro propensione a scavare, se volete piante dovete ancorarle a rocce e supporti. Arredare con vasi , rocce ,tronchi per deposizione uova durante la riproduzione ma soprattutto per tutelare l’incolumità degli altri ospiti. I valori : PH tra 6 e 7,8, temperature tra i 24°C e i 28°C.

Descrizione: Mezzi crestati su entrambe i lati, i maschi sono più grandi, hanno pinne più lunghe e sviluppano una gobba sulla nuca. Hanno varie colorazioni ma la prevalente è Gialla con strisce nere verticali, la femmina a differenza del maschio ha una striscia dello stesso colore della base.
Le dimensioni in acquario varia dai 25 cm minimo per lui ai 20 minimo per lei , ma possono abbondantemente superare queste misure.

Alimentazione:  Onnivora prevalentemente carnivora.

Riproduzione: Specie < ovipara , forma la coppia

StumbleUponEmail
COD: IMAPSC-CIC-9. Categoria: .

La maggior parte degli Amphilophus Amarillo presenta una colorazione  mimetica a barre giallo e nero , in alcuni casi si trovano anche di colore giallo, bianco, arancione, in natura si trova anche una versione di color blu a strisce azzurre. Il maschio arriva ad una dimensione tra i 14 cm e 15 cm mentre la femmina rimane molto più piccola , tra i 2 cm e 5 cm.Le femmine sono più gialle rispetto ai maschi ma tendono a scurire durante la riproduzione. Prendere questo tipo di pesce può sembrare una buona idea, grazie ai suoi colori sgargianti, e non darà problemi di eccessive riproduzioni, a parte queste differenze, per quanto riguarda l’alimentazione e la riproduzione vale lo stesso discorso del  l’Amphilophus citrinellusil  già ad una lunghezza di 5 cm  sono sessualmente maturi e territoriali, e semineranno il terrore nella vasca in cui verranno ospitati per la loro eccessiva aggressività, costringendovi se non siete abbastanza pazienti a riportarli al negoziante, dove vivranno solitari fino alla morte, con l’unico piacere di mordere le persone che devono pulire la vasca. Sarebbe opportuno allestire l’acquario con sabbia fine, abbondanti legni di torbiera, rocce senza spigoli saldamente ancorate al fondo della vasca poichè amano scavare molto e rifugiarsi nella loro tana abbondate con nascondigli per i pesci più tranquilli e meno aggressivi. Le piante possono essere un problema dato che questo pesce ama rivoluzionare l’arredamento a proprio piacimento. Si consiglia pertanto di ancorare tutti gli oggetti e piante inserite. Allo stesso modo, vanno protette tutte le attrezzature (tipo termo riscaldatori, ingressi/uscite del filtro, ogni cosa all’interno della vasca), in quanto saranno attaccati violentemente. Il filtro dovrebbe essere enorme dimensioni  e molto efficace, per gli abbondanti rifiuti biologici prodotti da questo pesce. Sono d’obbligo sostanziali cambi d’acqua settimanali, e l’acqua dovrebbe avere un alto tasso d’ossigeno disciolto. E’ necessario un coperchio robusto e pesante, per evitare che il pesce salti fuori dalla vasca in uno dei suoi momenti di eccitazione, che sono molto frequenti! E’ uno dei pesci più bellicosi, ed è necessario essere consapevoli quando si cerca di allevare, con qualsiasi altra specie,  inclusa la propria. In acquari molto grandi questa aggressività diventa visibilmente  minore, ma per molto grande intendiamo superiore ai 1000 litri. Il dimorfismo sessuale e’ particolarmente evidente nei maschi adulti che presentano un’accentuata protuberanza sulla fronte; le femmine sono generalmente più piccole. Spesso viene confuso con il diavolo rosso, Amphilophus labiatus ma le due specie possono essere distinte attraverso le differenze nella morfologia, grandi labbra,  ( anche se in modo variabile per cui non deve essere un  indicatore definitivo della specie), non tutti i   Amphilophus Amarillo  sviluppa  la gobba nucale grande e l’aspetto più tarchiato come l’Amphilophus citrinellus.  Nonostante la sua natura aggressiva, rimane tra le più popolari specie d’acquario tra i ciclidofili per sua personalità accattivante. Le dimensioni della vasca sono preferibilmente di minimo 100x45x45  per un singolo pesce, ma come detto in precedenza, sappiate che questi pesci crescono molto e di conseguenza hanno bisogno di spazio per muoversi, in più  l’abbondanza di cibo potrebbe portare il vostro pesciolino a dimensioni eccessive, normalmente raggiunge una lunghezza massima di 25 cm.  ma possono diventare superiori a causa della loro voracità. essendo anche molto aggressivi, in un acquario comune, con più coppie,  gli altri ospiti hanno bisogno di molti ripari per proteggersi dagli attacchi, si consigliano acquari da almeno 400 litri se non superiori.  Il PH si aggira intorno al 6 – 7.5 , le temperature sono tra i 24° . 28°, livello di nuoto medio-basso, se allevati in maniera ottimale vivono dai 3 ai 5 anni.

Habitat

Originario dell’America centrale più precisamente,  il lago Xiloa in Nicaragua, amano acque calde poco profonde e sabbiose.

Alimentazione

Onnivoro ma prevalentemente Carnivoro. Si nutre prevalentemente di lumache di cui sono ghiotti ma in acquario mangiano un po di tutto, piante acquatiche, molluschi, piccoli pesci, crostacei e insetti, gamberetti, verdure e pellet per grossi pesci.

Riproduzione

Specie Ovipara. Prima della riproduzione il maschio tende a perdere l’intenso colore giallo e diventa più scuro mentre nella femmina i colori si intensificano sino a diventare molto attraenti. Non è da prendere in considerazione un allestimento meravigliosamente piantumato, perchè data la loro voglia di cambiare il substrato di fondo sarà spostato in giro per la vasca, quotidianamente. Come arredi consigliamo rocce, legni e grandi vasi, a condizione che siano molto pesanti in modo che il pesce non riesca a spostarli, anche se  cercherà di farlo comunque. Potete provare ad ancorare delle piante di plastica sul fondo legandole a delle rocce, ma non aspettatevi che rimangano al loro posto troppo lungo. Depongono circa dalle 200 alle 300 uova, che vengono custodite gelosamente. Le uova si schiudono in circa 5 giorni e in 9 giorni piccoli avannotti sono in grado di mangiare e cimentarsi nel nuoto libero. Gli avannotti sono piccoli, ma grandi abbastanza da mangiare piccoli gamberetti. Crescono rapidamente e la cura dei genitori è incredibile. Se ci sono altri pesci nella vasca, organizzatela in modo da fornire il maggior numero nascondigli possibili per i piccoli avannotti.

Dimensione

2 – 20 cm

pH

6-7.5

Dimensione min. vasca

100x45x45

Aggressività v/conspecifici

Alta

Temperamento coinquilini

Molto aggressivo

difficoltà allevamento

2

Alimentazione

Carnivoro, Onnivoro

Famiglia

Ciclidi

Temperatura acquario

24° – 28°

Durezza dell'acqua

Media

Coppia formata

Si

dimorfismo sessuale

Si

riproduzione

Oviparo

Livello di nuoto

Medio

Numero min. di esemplari

2

taglia max in acquario

16 – 20 cm

Vita media

2 – 5