Ciclidi

Acarichthys heckelii

You Are Here: Home / Pesci / Ciclidi / Acarichthys heckelii

Acarichthys heckelii

Acarichthys heckelii originario del Sud America, presenta un corpo tozzo  dal muso  prominente. Passa il suo tempo principalmente a mezza vasca le cui dimensioni sono 120x45x45. La difficoltà di allevamento si aggira tra il 2 e il 4. In acquario raggiunge una lunghezza massima di 20 cm.

StumbleUponEmail
COD: IMAPSC-CIC-1. Categoria: .

L’Acarichthys heckelii presenta un corpo tozzo, piuttosto compresso ai fianchi, dal profilo elissoidale, il muso è prominente e peduncolo caudale allungato. Le pinne pettorali sono trapezoidali, le pinne ventrali sono lunghe e appuntite, l’anale è allungata. La parte terminale della pinna dorsale ha dei raggi molto allungati che rendendo la pinna alta e filamentosa; anche la pinna caudale presenta i raggi più esterni allungati. Il colore è molto vivace e particolare,  ma diverso per ogni esemplare: tendenzialmente il fondo è grigio-azzurro o grigio-beige, con strisce dai riflessi azzurro metallizzato. Al centro del corpo spicca una macchia nera circolare, più o meno visibile. La pinna dorsale è azzurro-lilla puntinata di azzurro metallico, con i raggi terminali filamentosi rosso vivo. La coda presenta una colorazione molto simile, mentre la pinna anale è giallo vivo alla radice, che sfuma poi in rosso e viola; le ventrali sono bianco-lilla, con apici gialle e rosse. Passa il suo tempo principalmente a mezza vasca. In acquario raggiunge una lunghezza massima di 20 cm.

Habitat

Questa specie è diffusa in Sudamerica, in Amazzonia, dove è diffuso nel bacino idrografico di grandi fiumi come Rio delle Amazzoni,Colombia, Perù e Brasile, Rio Negro, Xingu, Tocantins, Capim , Essequibo in Guyana, inoltre è stato introdotto a Singapore ed è a quanto pare molto fiorente.

Alimentazione

La maggior parte dei cibi è ben acettata ma una dieta variata è essenziale per poter sviluppare le migliori condizioni ed intensificare il colore. Si nutre di detriti, di alghe filamentose, cibo vivo, surgelati , secco, di invertebrati acquatici e terrestri, sostanze vegetali, come gli spinaci scottati o di un prodotto Spirulina.

Riproduzione

Questa specie richiede 2-3 anni per raggiungere la maturità sessuale la deposizione delle uova è un pò complessa, le femmine competono per il territorio, una volta trovato il luogo giusto scavano complesse buche o tane sul fondale, questi possono avere diversi ingressi, alcuni dei quali possono essere falsi, e generalmente sono costituiti da un piano verticale. Dall’ ingresso principale scavano una galleria orizzontale al termine della quale preparano una grande  camera dove sono deposte le uova. La femmina tenterà di attrarre un partner per completare le due funzioni di condivisione della nidiata, la femmina si prenderà cura delle uova e il maschio difenderà il  territorio. Una volta schiuse le uova gli avanotti rimarranno nelle vicinanze della tana, sfrecciando all’interno in caso di pericolo, dopo di che verranno abbandonati dai genitori quando arriveranno a misurare circa 10 millimetri . Alcuni avanotti potrebbero continuare ad utilizzare la tana , ma potrà succedere che un’altra coppia ne prenda possesso per la riproduzione. Una riproduzione  di questa complessità potrebbe essere impossibile da replicare in acquario ma volendo si può provare a sostituire la sabbia utilizzando un grande vaso rovesciato con un foro scheggiato alla base, questo metodo alternativo è stato collaudato con successo. Questo pesce di norma è un elemento pacifico, ma nel periodo della riproduzione diventa estremamente aggressivo. Una singola coppia di richiederà una grande vasca. Per una buona riproduzione è consigliabile simulare le condizioni atmosferiche naturali tramite sollevamento e l’abbassamento della temperatura dell’acquario, ricambi d’acqua,  fino a 50%,  ogni pochi giorni, in questo modo si favorirà il corteggiamento. Tenendo una sola coppia in acquario si otterrà un ottimo accoppiamento, una buona deposizione delle uova e nessuna perdita di avanotti. Per tutte queste ragioni questa specie, non è molto diffusa in commercio,  ed  è allevata da veri appassionati di ciclidi sudamericani.

Dimensione

2 – 20 cm

Alimentazione

Onnivoro

pH

6-7.5

Numero min. di esemplari

2, 4

Dimensione min. vasca

120x45x45

Coppia formata

Si

taglia max in acquario

16 – 20 cm

dimorfismo sessuale

Si

riproduzione

Oviparo

Livello di nuoto

Medio

Aggressività v/conspecifici

Pacifico

Temperamento coinquilini

Pacifico

Famiglia

Ciclidi

Durezza dell'acqua

Tenera

Temperatura acquario

24° – 30°

difficoltà allevamento

2, 4