Atyidae

Red Cherry

You Are Here: Home / Gamberetti / Atyidae / Red Cherry

Red Cherry

Red Cherry conosciuto anche come Ciliegia Rossa in origine si trova in Taiwan, Cina meridionale e Vietnam ma recentemente introdotta anche nell' arcipelago Hawaiano, sono molto facili da allevare e riprodurre, per questo sono consigliati per coloro che si apprestano ad allevarli per la prima volta, la loro lunghezza massima in acquario è di circa     2 \ 3 cm per questa ragione si consiglia un acquario del tutto dedicato a loro oppure in caso contrario con moltissimi nascondigli di protezione per evitare che diventino preda dei pesci, il maschio ha una base grigia a macchie rosse, le antenne più lunghe ed è più piccolo, la femmina invece è di un rosso molto acceso e brillante, vasca di dimensioni minime  40x30x30 cm che dovrà essere superiore dopo le prime 2 cove. Le temperature da 10° a 20°, ma se si vuole farli riprodurre le temperature vanno alzate a 22° – 28° , il PH intorno a 7,5, l'acqua del rubinetto và bene ma dovete farla “ decantare” almeno 24 ore, nel travasarla nella vasca fate attenzione a non usare l' acqua sul fondo perché è piena di depositi di scarto, tossici per i gamberetti, se utilizzando acqua di rubinetto vi accorgete di una numerosa crescita di alghe è bene utilizzare un decloratore, oppure usate dell'acqua a osmosi inversa.  Questi gamberetti se tenuti in condizioni ideali possono vivere anche 3 – 4 anni.

StumbleUponEmail
COD: IMAGMB-ATY-2. Categoria: .

Red Cherry conosciuto anche come Ciliegia Rossa in origine si trova in Taiwan, Cina meridionale e Vietnam ma recentemente introdotta anche nell’ arcipelago Hawaiano, sono molto facili da allevare e riprodurre, per questo sono consigliati per coloro che si apprestano ad allevarli per la prima volta, la loro lunghezza massima in acquario è di circa 2 \ 3 cm per questa ragione si consiglia un acquario del tutto dedicato a loro oppure in caso contrario con moltissimi nascondigli di protezione per evitare che diventino preda dei pesci, ma se volete inserire pesci nell’acquario si consigliano quelli delle specie Poeciliidae, tipo Guppy, Molly, Rasbora e Platy sono piccoli di dimensioni ed alcuni erbivori. I Red Cherry non sono particolarmente esigenti per quanto riguarda i valori all’interno della vasca si adattano facilmente ai cambiamenti se possono farlo lentamente, riconoscere i due sessi è molto semplice, il maschio ha una base grigia a macchie rosse, le antenne più lunghe ed è più piccolo, la femmina invece è di un rosso molto acceso e brillante, ha dimensioni superiori e una sacca ovarica di colore giallo dietro il carapace e un ventre un po’ più gonfio rispetto al maschio. Questi, come altri gamberetti possono variare la loro colorazione sotto stress, ad esempio dopo l’acquisto nel tragitto verso la vostra casa oppure se li trasferite da una vasca ad un’altra il loro colore tende a sbiadirsi fino a diventare completamente trasparenti, ma non vi preoccupate, dopo qualche ora se a riposo tornano del loro colore naturale. Questi gamberetti se tenuti in condizioni ideali possono vivere anche 3 – 4 anni.

Habitat

Per preparare un Habitat ideale bisogna per prima cosa decidere se si vuole un acquario che contenga solo gamberetti oppure se si vogliono inserire anche dei pesci, nella prima ipotesi la vasca deve essere di dimensioni minime di 40x30x30 cm che dovrà essere superiore dopo le prime 2 cove. Le temperature da 10° a 20°, ma se si vuole farli riprodurre le temperature vanno alzate a 22° – 28° , il PH intorno a 7,5, l’acqua del rubinetto và bene ma dovete farla “ decantare” almeno 24 ore, nel travasarla nella vasca fate attenzione a non usare l’ acqua sul fondo perché è piena di depositi di scarto, tossici per i gamberetti, se utilizzando acqua di rubinetto vi accorgete di una numerosa crescita di alghe è bene utilizzare un decloratore, oppure usate dell’acqua a osmosi inversa. Utilizzare sul fondo della sabbia o ghiaia di colore scuro che renderà il colore rosso dei gamberi più vivace, se si vuole optare per la seconda ipotesi ( con pesci ) è opportuno arredare la vasca con rifugi di vario genere: rocce bianche non calcaree, vasi in terracotta adagiati su di un fianco, tronchi, ma soprattutto il muschio, Spiky Moss,Riccia Fluitans, Monosolenium Tenerum, Aegagropila Linnaeia e il muschio di Java che oltre ad essere un buon nascondiglio è anche molto decorativo e apprezzato come mangime o piante di tipo Najas Guadalupensis nana, Vallisneria Spiralis, infatti potrete trovare i gamberetti appesi a queste ultime per arrivare verso la superficie della vasca, FATE ATTENZIONE ALLE FUGHE, si consiglia sempre una vasca con coperchio per evitarlo. Potete aggiungere anche pigne d’ontano e foglie di catappa che migliorano di molto la vita di questi gamberetti perché rilasciano nell’acqua sostanze chimiche che contribuiscono a mantenere sano il loro organismo, diminuendo di molto le probabilità di malattia e aumentano la percentuale di successo maggiore nella riproduzione di quest’ultimi, non esagerate nelle quantità perché potrebbero cambiare il colore dell’acqua all’interno della vasca, l’ideale sono circa 5 \ 6 pezzi. Periodicamente faranno la muta , ve ne accorgerete perché prenderanno la forma a “ U “, si piegheranno fino a toccarsi la coda sgusciando fuori in pochi secondi lasciandosi dietro un guscio perfettamente intero da sembrare un clone, i loro “ gusci “, non dovete rimuoverli perché i gamberetti lo mangeranno, infatti sono ricchi di importanti minerali, un ottimo nutrimento affinché il nuovo guscio cresca molto più forte e sano. Una cosa importante sarà quella di ricoprire la bocca di filtraggio perché essendo piccoli e la loro prole ancora più piccola potrebbero venire risucchiati dal filtro, quindi ricopritela con una calza di nailon legata con un elastico per poterla rimuovere se sporca.

Alimentazione

Onnivoro, Alghivoro, Erbivoro, dalla dieta molto varia, mangime in granelli, Spirulina Tabs, cibo in scaglie, pellet di mangimi, possibilmente quelli più pesanti in modo che possano arrivare fino al fondo della vasca, alghe, potete utilizzare anche piccoli pezzi di carota, zucchine, bietole e spinaci tutti rigorosamente bolliti di cui sono ghiotti ma devono essere rimossi entro 24 ore per evitare l’inquinamento dell’acqua nella vasca. È importante non esagerare con il cibo perché i Red Cherry mangiano in continuazione, ogni organismo in decomposizione viene mangiato quindi tutti i giorni poco cibo e variando la dieta.

Riproduzione

Ovipari dalla riproduzione molto facile circa ogni 2 mesi, normalmente la temperatura và tenuta al di sotto dei 20° , se volete che si riproducano la temperatura della vasca dovrà essere dai 22° ai 28°. Raggiungono la maturità sessuale intorno ai 3 mesi ovvero quando arriveranno a misurare circa 2 cm. Le femmine cominceranno a ripulire intensamente i Pleopodi ossia gli arti addominali che trattengono le uova e l’addome, i maschi dal canto loro cominceranno a muoversi avanti e indietro nella vasca in maniera frenetica come se fossero impazziti, tranquilli sono solo i feromoni delle femmine presenti nel’acqua che li invitano all’accoppiamento, questo avverrà subito dopo la muta femminile cioè quando la femmina si ritroverà “ nuda “ e il maschio si posizionerà sulla “ sella “ cioè la parte dorsale di color giallo chiaro rilasciando le sacche spermatiche che feconderanno le uova già presenti , le uova scenderanno sino alle appendici natatorie, se dopo circa 5 \ 6 giorni diventeranno di colore scuro vuol dire che non sono state fecondate e la femmina le lascerà cadere tutte ma sarà comunque pronta per un nuovo tentativo, se invece rimarranno di un bel colore chiaro la fecondazione è andata a buon fine e la femmina comincerà ad ossigenarle con movimenti di coda e facendole rigirare su loro stesse, la gestazione dura circa 1 mese a seconda dell’età della femmina; una femmina giovane ci metterà meno tempo ma metterà al mondo meno piccoli dai 25 ai 30, una adulta ci impiegherà più tempo ma darà alla luce molti più piccoli dai 50 ai 60. Le larve dopo la schiusa saranno già del tutto autonomi, simili agli adulti ma di colorazione differenti , rosso più sbiadito o trasparenti, dopo circa 2 settimane cominceranno ad assumere colori più marcati, i piccoli sono detritivori cioè si nutrono di tutto il materiale organico morto e scartato dagli adulti, sono molto voraci e cresceranno in fretta, nel primo mese arrivano a fare anche 6\7 mute raggiungendo 1 cm di lunghezza nell’arco di 2 mesi, raggiungono la maturità sessuale già dal 3 mese circa.

Aggressività v/conspecifici

Pacifico

Alimentazione

Alghivoro, Erbivoro, Onnivoro

Coppia formata

Si

difficoltà allevamento

1

Dimensione

2 – 3 cm

Dimensione min. vasca

40x30x30

dimorfismo sessuale

Si

Durezza dell'acqua

Media

Famiglia

Atyidae

Illuminazione

Medio – Bassa

Livello co2 richiesto

Basso

Livello di nuoto

Basso

Numero min. di esemplari

2

pH

6 – 8

riproduzione

Oviparo

taglia max in acquario

2 – 3 cm

Temperamento coinquilini

Pacifico

Temperatura acquario

14° – 28°

Vita media

3 – 4 anni

Contact Us

Contatti

Aiutaci a crescere

Se hai correzioni o conosci dettaglio non riportati inviaceli, provvederemo a migliorare le informazioni del sito.
Lavora con noi: redazione@ilmioacquario.it

Inviaci una mail

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio